2640

Tracce

1. Comunicare ascolta
2. Bolivia ascolta
3. Noleggiami ancora un film ascolta
4. Io non abito al mare ascolta
5. Tropicale ascolta
6. E se c’era.. ascolta
7. Scusa se non ho gli occhi azzurri ascolta
8. Vulcano ascolta
9. Due galassie ascolta
10. La Serie B ascolta
11. Tapioca ascolta
12. Lava ascolta
13. Alonso

Disponibile su

L'Album

2640 si piange
2640 si incazza
2640 si dice all’orecchio
2640 si viaggia
2640 si noleggia
2640 si tifa allo stadio
2640 non sta zitto. Mai.

Artista: Francesca Michielin
Etichetta: Sony Music Entertainment
Data di uscita: 12-1-2018
Genere: Pop

Testi

Comunicare

ma io non capisco niente/ sono sempre una bambina/ con la testa piena i miei occhi li ha prestati mio fratello dalla Cina/ dieci anni prima e dieci anni fa era tutto qua era tutto qua/ ho una zia nata in Angola conosciuta in treno/ mi ha detto lavati le mani per salvare il mondo intero/ riordina la stanza se vuoi far rivoluzione/ se hai il cuore che ti esplode allora mettilo in azione/ ma voglio andare via di qua ovunque/ ma ancora dove non si sa e sto gridando aiuto/ e sorrido un po’ per niente/ una voce dice “aiutati tu” ché il resto non ti sente/ mia cugina ha la pelle scura/ è così bella che a guardarla fa quasi paura/ ho sempre un po’ paura/ sì dovrei farmi una cura/ i miei amici già lo sanno l’autostima proprio non mi dura/ voglio prendere il triciclo andare su a Milano/ sfrecciare in bici come fosse un aeroplano/ velocità ci si schianta per forza o per volontà/ e ogni volta si perde un po’ di dignità/ t’ho incontrato che mangiavi pizza di mattina/ mi hai chiesto di sposarti profumavi un po’ di nicotina/ avessi avuto una figlia sarebbe stata carina/ hai detto che tu l’avresti chiamata Argentina/ ma ogni storia d’amore è stata un fallimento/ ho appeso mappe dell’America in appartamento/ ma finisco sempre a terra o sul pavimento/ se non sto volando allora cosa cazzo sto facendo?/ sento nove lingue da quando sono nata/ eppure ancora io non l’ho capita comunicare la la la la bla bla bla/ non riuscire mai a farsi capire sopra la musica a palla/ quant’è bello respirare comunicare/ stare in silenzio ad ascoltare tutto quello che mi vorresti dire/ sì comunicare altro che viaggiare/ madre c’è casino anche di sabato sulla strada statale/ in discoteca non sono mai andata a ballare/ perché non si riesce a fare altro che limonare/ oppure serve per piangere un sacco e non farsi vedere/ le lacrime sembrano belle sembrano glitter sembrano stelle/ chiediti in che lingua vuoi sognare/ ti direi quella in cui non serve più parlare/ quando ci siamo lasciati sono andata a registrare un pezzo d’amore/ ma a me veniva da vomitare vomitare tutto il mare tutto il mare/ ad Ibiza non ci voglio andare più/ comunicare la la la la bla bla bla/ non riuscire mai a farsi capire sopra la musica a palla/ quant’è bello respirare comunicare stare in silenzio ad ascoltare/ tutto quello che mi vorresti dire che tutto si può aggiustare/ solo questo io vorrei sentire/

Bolivia

ho fatto un viaggio dentro a una stanza / era più vicina la mia lontananza / hai la pelle così morbida che potrei cascarci di nuovo/ perché è un po’ tutto sbagliato perché?/ ho visto soffiare l’aria e con il tempo costruire muri o mulini a vento ed urlare al cambiamento rimanendo seduti sul divano di casa perché è un po’ tutto sbagliato perché?/ è l’umanità che fa la differenza/ portami in Bolivia per cambiare testa/ portami in Bolivia per cambiare tutto spegnerò il telefono/ sarò libera e indipendente/ mamma no non ho bisogno di niente/ e pedalare al buio senza sosta giocare a nascondino nella foresta solo per sentirsi più leggeri ma non per davvero/ c’è la gravità ma anche qui c’è la gravità/ è l’umanità che fa la differenza/ portami in Bolivia per cambiare testa/ portami in Bolivia per cambiare tutto/ spegnerò il telefono sarò libera e indipendente/ mamma no non ho bisogno di niente ma se puoi salvami dall’umidità della pioggia più insistente che entra nelle ossa della gente che si lamenta sempre che mangia male e crede a ciò che legge è l’umanità che fa la differenza/ portami in Bolivia per cambiare testa portami in Bolivia percambiare tutto spegnerò il telefono sarò libera e indipendente/ mamma no non ho bisogno di niente non ho bisogno di niente

Noleggiami ancora un film

adesso che le rock star hanno i figli / e i dischi non li ascolti neanche in macchina / adesso che vuoi la velocità / ho ancora la Playstation 1 ma non mi dispiace / no non mi vergogno / vorrei avere un po’ più di tempo / come per una polaroid scattare e vedere che esci / ci sei tu che rimani tu che rimani / adesso che le stagioni non le capisco più / adesso che il vento ci porta via/ adesso che non fai più uno squillo per dirmi che mi pensi/ noleggiami ancora un film/ abbracciami adesso/ voglio una musicassetta che canta “a mille ce n’è” / voglio tornare a casa / guardare la formula 1 sì che mi piace / no non me ne vergogno / la casa diventa più grande si svuota dei Blur e de I cani / si riempie di diapositive / ci sei tu che rimani tu che rimani/ adesso che le stagioni non le capisco più / adesso che il vento ci porta via/ adesso che non fai più uno squillo per dirmi che mi pensi / noleggiami ancora un film abbracciami adesso / adesso che le stagioni non le capisco più / adesso che il walkman l’ho buttato via/ adesso che non fai più uno squillo per dirmi che mi pensi / noleggiami ancora un film/ abbracciami adesso/ è vero che una volta nessuno era allergico / e si diceva “ti amo” una volta sola nella vita? /una sola volta nella vita? abbracciami adesso / adesso che le stagioni non le capisco più / adesso che il vento ci porta via / adesso che non fai più uno squillo per dirmi che mi pensi / noleggiami ancora un film / abbracciami adesso / noleggiami ancora un film / abbracciami adesso, abbracciami adesso

Io non abito al mare

Non m’intendo d’amore/ Non lo so parlare/ Non m’intendo di te/ È per questo che non vieni con me/ Io non abito al mare/ Ma lo so immaginare/ È ora di andare a dormire/ Ma è la mente che ci porta via/ Oltre queste boe/ Sembra una bugia/ Perché non so nuotare/ Queste cose vorrei dirtele all’orecchio/ Mentre urlano e mi spingono a un concerto/ Gridarle dentro a un bosco/ Nel vento/ Per vedere se mi stai ascoltando/ Queste cose vorrei dirtele sopra la techno/ Accartocciarle dentro a un foglio/ E poi centrare un secchio/ Stasera non mi trucco ché sto anche meglio/ Voglio vedere se mi stai ascoltando/ Se mi stai ascoltando/ Non m’intendo d’amore/ Non lo so spiegare/ Ma quando mangio con te/ Ho paura che arrivi il caffè/ Che tu sia troppo dolce con me/ Vorrei alzarmi da qui/ Vedere se mi rincorri fuori/ Queste cose vorrei dirtele all’orecchio/ Mentre urlano e mi spingono a un concerto/ Gridarle dentro a un bosco/ Nel letto/ Per vedere se mi stai ascoltando/ Queste cose vorrei dirtele sopra La techno/ Accartocciarle dentro a un foglio/ E poi centrare un secchio/ Stasera non mi trucco ché sto anche meglio/ Voglio vedere se mi stai ascoltando/ Se mi stai ascoltando/ Una serie di emozioni da evitare/ Forse è meglio se parliamo di università/ O della Seria A/ Queste cose vorrei dirtele all’orecchio/ Mentre urlano e mi spingono a un concerto/ Urlarle dentro a un bosco/ Nel vento/ Per vedere se mi stai ascoltando/ Queste cose vorrei dirtele sopra la techno/ Accartocciarle dentro a un foglio / E poi centrare un secchio / Stasera non mi trucco ché sto anche meglio / Voglio vedere se mi stai ascoltando / Se mi stai ascoltando

Tropicale

mi sveglio sola come sempre il primo giorno di vacanze/ un fiore delle fragole che cosa fa di notte?/ fuori la porta vibra la città/ e la sabbia nelle scarpe mi ricorda/ per un attimo il profumo delle stelle/ corro sulla spiaggia/ c’è una festa tropicale ti vorrei parlare/ ma non so dove cercare/ e poi non so ballare sembra carnevale/ e io un coriandolo nel mare mare/ non è tequila se ci togli il sale/ e non è amore se dura due ore e se non vuoi tornare/ e se non vuoi tornare/ nel cielo soffia un vento d’Africa/ e un suono di zanzare mi ricorda/ per un attimo che mi hai voluto bene/ corro sulla spiaggia c’è una festa tropicale/ ti vorrei parlare ma non so dove cercare/ e poi non so ballare sembra carnevale/ e io un coriandolo nel mare mare/ non è tequila se ci togli il sale/ e non è amore se dura due ore/ e se non vuoi tornare sembra carnevale/ e io un coriandolo nel mare mare/ ma è solo acqua se ci togli il sale/ e non è amore se dura due ore/ e se non vuoi tornare/ allora lascia stare/ mi sveglio sola come sempre l’ultimo giorno di vacanze/ mentre cantano alla radio mi ritorni in mente/ sembra carnevale e io un coriandolo nel mare mare/ non è tequila se ci togli il sale/ e non è amore se dura due ore/ e se non vuoi tornare sembra carnevale/ e io un coriandolo nel mare mare/ ma è solo acqua se ci togli il sale/ e non è amore se dura due ore / e se non vuoi tornare/ allora lascia stare.

E se c’era..

esiste un mondo che hai creato che nessuno può vedere/ si trova qui nella mia testa tra la gola ed il futuro/ tra uno strappo ed il presente/ ma è solo qui nella mia mente/ esiste un mondo congelato dove non entra mai nessuno/ solo la terra dei racconti e il cielo dei bambini/ le mie scarpe maledette e le urla da San Siro/ ma mettitelo in testa quel mondo lì non c’è più/ e se c’era non c’era davvero/ ma mettitelo in testa quel mondo lì non c’è più/ e se c’era e se c’era non c’era davvero/ e se c’eri o non c’eri io non lo sapevo/ sii sincera ci sei stata mai per davvero/ in questo amore che resiste nonostante non esisti più?/ esiste un mondo esasperato/ dove vado per un film da girare in mezzo ai boschi/ tu basta che cammini che ti muovi nello spazio/ e poi sparisci all’improvviso/ ma mettitelo in testa quel posto lì non c’è più/ e se c’era non c’era davvero/ ma mettitelo in testa quel posto lì non c’è più/ e se c’era e se c’era non c’era davvero/ e se c’eri io non c’ero e non lo sapevo/ sii sincera ci sei stata mai per davvero/ in questo amore che resiste nonostante non esisti?/ e se c’era e se c’era ma dirselo è dura/ e se c’eri o non c’eri ma chi se ne frega/ per me tu sei stata comunque la sola/ di questo cuore che resiste nonostante non esisti più/ metto insieme un po’ di pezzi/ un po’ di graffi e non ci sei che tu/ mi attacco un po’ di storie un po’ di schiaffi un po’ di lacci/ e non ci sei che tu e non ci sei che tu/ e se c’era e se c’era non c’era davvero/ e se c’eri io non c’ero e non lo sapevo/ sii sincera ci sei stata mai per davvero/ in questo amore che resiste nonostante non esisti?/ e se c’era e se c’era ma dirselo è dura/ e se c’eri o non c’eri ma chi se ne frega/ per me tu sei stata comunque la sola/ di questo cuore che resiste/ nonostante non esisti più

Scusa se non ho gli occhi azzurri

Scusa se ho non ho già trent’anni/ e non ho gli occhi azzurri/e la disco non mi va/ ma mi piace ascoltarti/se parli o ti lamenti e anche se ti incazzi/ che ridere che fai/ scusa se mi perdo un po’ spesso/ e vivo dentro ai film e alle serie tv/ma vorrei solo amarti nei fine settimana/ e tutti gli altri giorni/che differenza fa?/ ma tu dimmi se mi vuoi/ se ti va bene o non lo sai da che parte andare/ io sto qui ad aspettare/perché questo cuore l’ho tirato in faccia?/ scusa se sei stato male non l’ho fatto apposta/ ma il bene che ti voglio è così grande/ che neanche lo riesci a capire il bene/ che ti voglio è così grande che neanche lo riesci a capire/ scusa se non ho gli occhi azzurri/ e non mi importa niente di stare in curva nord/ ma mi piace abbracciarti planare in motorino/ che poi non guidi bene ammettilo anche tu/ mi vergogno a dirti che ti penso sempre/ tu o non mi pensi mai o non mi dici niente/ ma va bene così lo sai/ perché questo cuore l’ho tirato in faccia?/ scusa se sei stato male non l’ho fatto apposta/ ma il bene che ti voglio è così grande/ che neanche lo riesci a capire/ il bene che ti voglio è così grande/ che neanche lo riesci a capire/ che neanche lo riesci a capire/ il bene che ti voglio è così grande/ che neanche lo riesci a capire/ e adesso basta correre/io voglio solo restare qui

Vulcano

V come vulcano e mille altre cose/ come la volontà di camminare vicino al fuoco/ e capire se è vero questo cuore che pulsa/ se senti sul serio oppure è vanità/ V come vulcano e mille altre cose/ come il volume che si alza e contiene il mare/ e capire se vale scottarsi davvero/ o non fare sul serio fare sul serio/ corro di notte i lampioni le stelle/ c’è il bar dell’indiano profuma di te/ rido più forte mi perdo nell’alba/ sei in tutte le cose/ e in tutte le cose esplode la vertigine che ho di te/ la vertigine che ho di te/ V come vulcano e mille altre cose/
la paura di vagare per troppo tempo a vuoto/ e capire se è vivo questo cuore che vibra/ vuoi viaggiare davvero? viaggiare davvero?/ corro di notte i lampioni le stelle/ c’è il bar dell’indiano profuma di te/ rido più forte mi perdo nell’alba/ sei in tutte le cose/ e in tutte le cose esplode la vertigine che ho di te/ la vertigine che ho di te/ la vertigine che ho di te/ la vertigine che ho di te/ mi sposto mi fermo/ il semaforo in centro è già spento da un’ora/ tu starai dormendo/ è bello sentire anche qui la vertigine che ho di te/ la vertigine che ho di te/ corro di notte i lampioni le stelle/ c’è il bar dell’indiano profuma di te/ rido più forte/ mi perdo nell’alba/ sei in tutte le cose/ e in tutte le cose esplode la vertigine che ho di te/ la vertigine che ho di te/ la vertigine che ho di te/ la vertigine che ho di te/ la vertigine che ho di te/

Due galassie

Ho quindici galassie dentro ad un cassetto/ piegate bene tra i calzini ed uno specchio/ tra tutti i sogni stropicciati e le follie/ nelle valigie nei ricordi e le bugie/ nelle lacrime di latte di una tazza/ nei perfetti sconosciuti di una piazza/ nella voglia di partire per tornare/ nel tuo profumo di crema solare/ ti ho visto dentro a un film di cui non so più il nome/ ti ho perso dentro ad un oceano di ambizione/ ti ho letto in un libro della scuola elementare/ che adesso non saprei nemmeno più come imparare/ avrei voluto il coraggio per arrendermi
e disarmarmi per proteggerti/ scusami tanto scusami tanto/ non le voglio le rose al mio compleanno/ non le voglio le pare mentali le giornate un po’ tutte uguali/ scusami scusami scusami tanto/ ché mi parli e mi dici che non ti sento/ ma ho messo il tuo cuore sul registratore/ ho sedici galassie dentro ad il mio petto/ che fisso sul soffitto quando sono a letto/ che ho ritrovato in un biglietto di un concerto/ e che ho smarrito proprio dentro all’aeroporto/ a quello a cui non sei più venuto a prendermi/ dove ho pensato fosse meglio neanche crederci/
mi sono resa conto che non so cosa sia l’indaco/ e che ho pensato che ti voglio bene senza neanche dirtelo/ senza neanche dirtelo/ scusami tanto scusami tanto/ non le voglio le rose al mio compleanno/ non le voglio le pare mentali le giornate un po’ tutte uguali/ scusami scusami scusami tanto/ ché mi parli e mi dici che non ti sento/ ma ho messo il tuo cuore sul registratore/ questo cuore ce l’ho apposta da una parte sola/ e il tuo che quando mi abbracci è una cassa che suona/ il mio batte irregolare a un BPM indefinito/ dall’altra a un ritmo in controtempo che non ho mai sentito/ è in questo casino che nascono le stelle/ lentiggini come costellazioni sulla pelle/ scusami tanto scusami tanto/ non le voglio le rose al mio compleanno/ non le voglio le pare mentali
le giornate un po’ tutte uguali/ scusami scusami scusami tanto/ ché mi parli e mi dici che non ti sento/ ma ho messo il tuo cuore sul registratore/ scusami tanto scusami tanto/ non le voglio le rose al mio compleanno/ non le voglio le pare mentali le giornate un po’ tutte uguali/ scusami scusami scusami tanto/ ché mi parli e mi dici che non ti sento/ ma ho messo il tuo cuore sul registratore

La Serie B

Ho bisogno di sei minuti di recupero/ ne ho bisogno e vorrei sperare fino all’ultimo/ anche se non si è fatto male nessuno/ e sembra vada tutto bene/ corro coi crampi alle gambe/ non sono allenata per niente/ se avrò bisogno di te cancellerò il tuo numero/ che è pieno di tre minuti di recupero/ dentro al silenzio di una chiesa/ al rumore di un mercato a Marrakech/ la terraferma è sempre un’isola lontana/ dove non so trovare te/ sono solo le sei e il sole è andato in sciopero/ forse prenderò un tram che va dritto alle Galàpagos/ due binari sull’oceano dentro al silenzio di una chiesa/ al rumore di un mercato a Marrakech/ la terraferma è sempre un’isola lontana/
e in nessun luogo ci sei te/ parlare con te è un esame di recupero/ parlare con te è un esame di recupero/ parlare con te è un esame di recupero/ parlare con te è un esame di recupero/ dentro al silenzio di una chiesa/
al rumore di un mercato a Marrakech/ la terraferma è sempre un’isola lontana/ dove non so trovare te/ la silenziosa sofferenza di un vulcano/ lontanissimo il rumore di un Big Bang/ splendevi come un’astronave in mezzo al cielo/ ma ti sei persa pure te

Tapioca

Onyame/ Onyame/ Onyame/ Onyame/ ringrazio l’asfalto per ogni salto che mi ha lasciato fare/ ringrazio le gambe le mie e le altre per ogni tuffo al mare/ ringrazio le case anche quelle in affitto che sanno ospitare/ dire grazie ogni tanto d’altro canto non si può evitare/ quando la luna si vede di giorno/ come l’estate diventa l’autunno/ sono arrivata qui sto bene anche se è lunedì/ sento che respiro l’aria che rigira il mondo come fosse un’elica/ yedi sanku sanku yedi nsembo nsembo nyinara beyi waye daa/ yedi sanku sanku yedi nsembo nsembo nyinara beyi waye daa/ yedi sanku sanku yedi nsembo nsembo nyinara beyi waye daa/ ringrazio il quartiere per tutte le cose che non mi ha saputo dare/ perché ciò che non c’era l’ho inventato/ l’ho potuto immaginare/
quando non vedi le stelle di giorno/ quando la scuola finisce a giugno/ yedi sanku sanku yedi nsembo nsembo nyinara beyi waye daa/ yedi sanku sanku yedi nsembo nsembo nyinara beyi waye daa/ yedi sanku sanku yedi nsembo nsembo nyinara beyi waye daa/ yedi sanku sanku yedi nsembo nsembo nyinara beyi waye daa/ yedi sanku sanku yedi nsembo nsembo nyinara/ yedi sanku sanku yedi nsembo nsembo nyinara/ è arrivata domenica è un coro che canta/ trovarsi a mezzogiorno/ ringrazio ogni cosa il profumo del pane dall’altra parte del mondo/ Ti dico grazie e suono più forte/ e suono ancora più forte/ yedi sanku sanku yedi nsembo nsembo nyinara beyi waye daa/ yedi sanku sanku yedi nsembo nsembo nyinara beyi waye daa/ yedi sanku sanku yedi nsembo nsembo nyinara beyi waye daa/ yedi sanku sanku yedi nsembo nsembo nyinara beyi waye daa/ Onyame/ yedi sanku sanku yedi nsembo nsembo nyinara beyi waye daa/ yedi sanku sanku yedi nsembo nsembo nyinara beyi waye daa suro suro nyame e waye bio

Lava

Oh sister of my life I’m still alive/ this is the lava I feel inside/ against my time/ this is a wild heart in a mission love high/ it’s not a fiction more no more/ community didn’t see the best in me/ please stop joking with me/ I love you honey but I’m not your ice cream/ not your ice cream/ I do the dishes I can make the bread/ but my heart fell out of the bed/ lava like blood to the head lava/ lava like blood to the head money chatters/ noise, ware/ 3 2 1 don’t care oh sister of my life I’m still alive/ this is the lava I feel inside/ against my time/ this is a young heart in a mission love high/ it’s not a fiction more no more/ politeness is not kindness ’n’ everywhere/ control is not care don’t feel you honey/ cause I’m not your funfair not your funfair/ all the fakeness can kill your vibe/ but keep safe the roots of your tribe/ hang on to your soul and pride/ hang on hang on to your soul and pride/ be brave fight dare/ 3 2 1 lift off oh sister of my life I’m still alive/ this is the lava I feel inside against my time/ this is a wild heart in a mission love high/ it’s not a fiction more no more/ lava like blood to the head/ lava la lava like blood to the head/ lavalava like blood to the head/ lava la lava like blood to the head/ let it all flow everywhere let it all let it all flow everywhere/ lava like blood to the head/ lava la lava like blood to the head/ lava like blood to the head lava la lava like blood to the head/ lava lava like blood to the head lava la lava like blood to the head/ let it all flow everywhere let it all let it all flow everywhere/ be brave fight dare/ 3 2 1 lift off oh sister of my life I’m still alive/ this is the lava I feel inside against my time/ this is a wild heart in a mission love high/ it’s not a fiction more no more/ lava like blood to the head lava la lava like blood to the head/ lava lava like blood to the head/ lava la lava like blood to the head/ let it all flow everywhere let it all let it all flow everywhere/ lava like blood to the head lava la lava like blood to the head/

Alonso

adesso dove sei?/ dimmi se tornerai/ ti piace ancora quello che fai? mentre gli altri vincono io penso a te come stai/ e mi dispiace non vederti felice mai esultare mai/ ma io ti verrei a trovare mi farei anche le Asturie a piedi per dirti che per me rimarrai sempre speciale/ il più speciale/ a volte penso a mio padre mi rendo conto che ha vissuto per me/ e io non so se ne sarei capace e mi sento in colpa se gli rispondo male un sacco di volte mille volte come i giri di una pista/ tutti i giri in cui hai sognato e le curve in cui hai provato e dove hai lottato e ti sei sempre un po’ incazzato/ hai dato colpa alla macchina e allora lì sì che hai sbagliato/ ma io ti verrei a trovare mi farei anche le Asturie a piedi per dirti che per me rimarrai sempre speciale sempre speciale/ ricorda è la famiglia la cosa più importante/ ti dicono di no ma ci ritornerai per sempre/ ci ritornerai per sempre e la colpa non sono gli altri se stiamo male siamo noi che non ci vogliamo bene/ anzi che non ci lasciamo amare

Video